La borsetta del risparmio – Gnocco fritto

OGNI GIORNO: UNA RICETTA FACILE – VELOCE – ED ECONOMICA – PER TUTTI

VEGAN – VEGAN – VEGAN – VEGAN – VEGAN – VEGAN – VEGAN – VEGAN – VEGAN

Buongiorno a tutti.

Lo gnocco fritto è un impasto molto simile al pane che di solito viene servito con antipasti come formaggi e affettati.

Lo gnocco fritto si prepara con farina, acqua, lievito e strutto, che può essere tranquillamente sostituito con il burro o, per i vegani, con l’olio extra vergine di oliva.

C’è chi per praticità utilizza il lievito in polvere, ma se volete ottenere un risultato migliore, vi consiglio di usare quello fresco.

Cominciamo!

GNOCCO FRITTO

Ingredienti per 4 persone: 250 g farina Manitoba – 100 ml acqua – 4 g lievito di birra fresco – 30 g strutto (oppure burro o olio extra vergine di oliva) – 1 pizzico di zucchero – 1 pizzico di sale – olio

Preparazione:

Prendete metà dell’acqua (50 ml), scaldatela leggermente e unite il lievito sbriciolato, lo zucchero e mescolate. Aggiungete 50 g farina e mischiate con una forchetta. Se invece decidete di utilizzare il lievito in polvere, dovrete aggiungerlo come ultimo ingrediente nell’impasto.

Coprite con della pellicola trasparente e lasciate riposare per circa 1 ora fino a che si saranno create delle bollicine in superficie.

Aggiungete tutta la farina rimanente e l’acqua e impastate, unite il sale e lo strutto (o il burro/olio extra vergine di oliva), a temperatura ambiente e impastate energicamente per circa 10 minuti.

Coprite l’impasto e lasciatelo lievitare nuovamente per circa 2 ore.

Quando l’impasto sarà ben lievitato toglietelo dalla ciotola, infarinate il piano da lavoro e stendete l’impasto con il matterello in modo da renderlo sottile.

Tagliate con un coltello affilato la pasta a strisce e poi a rombi, la classica forma dello gnocco fritto.

Fate scaldare lo strutto oppure l’olio di semi e, quando sarà ben caldo, mettete a friggere due o tre pezzi alla volta in modo che non si abbassi eccessivamente la temperatura e che lo gnocco fritto si gonfi perfettamente.

Fate friggere lo gnocco fritto per circa 10 minuti girandolo continuamente poi scolatelo e mettetelo su carta assorbente o carta da fritti.

Servite lo gnocco fritto caldo con salumi e formaggi come antipasto o come secondo piatto o come sostituto del pane.

Buon appetito!!!!

Fonte:

6 risposte a “La borsetta del risparmio – Gnocco fritto”

      • Lo strutto ha un punto “fumo” molto più alto dell’olio extra vergine di oliva e, quindi, resiste meglio alle alterazioni organolettiche delle cotture in friggitrici, cosa che lo rende idoneo ad un uso più prolungato. Ma, la sua origine non vegetale non può competere con un buon olio extra vergine di oliva, avendo l’accortezza, pero, che dell’olio di oliva non se ne faccia un uso prolungato e non raggiunga mai il punto “fumo”. Un buon strutto e un buon olio di oliva marcano i sapori ciascuno esaltandoli, a loro modo, ottimamente.

        Piace a 2 people

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un’icona per effettuare l’accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s…

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: