Il titolo azionario di oggi (con dividendo)

Oggi riprendo a proporvi le quotazioni di titoli azionari con prezzi molto interessanti, forniti di schede con il parere dei più importanti analisti bancari.

Giudizio: SOVRAPPESARE/OVERWEIGHT

A2A è una multi utility locale, attiva nella produzione, distribuzione e vendita di energia elettrica, gas, nei servizi ambientali e nei servizi di efficienza energetica, mobilità elettrica e smart city.

Perché investire sul titolo A2a

Questo titolo è uno di quelli da avere (e tenere) nel portafoglio; vediamo il perché:

Il gruppo A2A nel 2020 si presenta oggi e nel futuro come un Gruppo più solido e flessibile.

Consenso degli analisti

Il titolo A2A gode di un moderato consenso delle banche d’affari che classificano la società con un SOVRAPPESARE, ovvero valutandone l’acquisto in questo momento.

Secondo i risultati diffusi da A2A, la società quotata al FTSEMib ha chiuso l’esercizio con ricavi per 7,32 miliardi di euro, in aumento del 12,8% rispetto ai 6,49 miliardi ottenuti l’anno precedente, in seguito alle maggiori vendite sul mercato libero (in particolare grandi clienti) e ai ricavi da vendita gas grazie ai maggiori volumi venduti sul mercato libero e intermediati sul mercato all’ingrosso.

Il margine operativo lordo è stato pari a 1,23 miliardi di euro, in linea rispetto al risultato registrato nell’anno precedente, nonostante il venir meno del contributo dei certificati verdi e di altri incentivi per circa 100 milioni di euro.

Infine, A2a offre un dividendo molto alto perché rende di circa il 6% annuo.

Il prossimo dividendo (annuale), di EUR 0,0775 per azione, sarà staccato il 18/05/2020

Quotazione 11/05/2020: EUR 1,199

Dati presi da Banking Online di Banca Intesa SPA

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

Un motivo per sorridere:

Oggi è la giornata della felicità!

Lo so… I giorni che stiamo vivendo rimarranno nella storia di tutti i tempi… l’intero pianeta si trova a dover lottare contro un nemico invisibile: il Coronavirus.

Nonostante tutto, in questo momento di grande sconforto generale, il 20 marzo ricorre la Giornata internazionale della Felicità.

E’ importante per tutti noi non perdere la speranza e trovare il modo per sorridere.

L’Organizzazione delle Nazioni Unite isttituisce questa giornata il 28 giugno 2012 al fine di incentivare le varie attività umane come ad esempio una crescita economica equa e sostenibile.

La scelta della data non fu per niente casuale e venne fissata in concomitanza con l’equinozio della primavera.

#iorestoacasa: devi farlo anche tu!

pillole di borsa

A2A – dividendi 2020

A2A ha chiuso il 2019 con un utile netto di 389 milioni (+13%).

Dividendo proposto per 2020 di 7,75 cent per azione, in crescita del 10,7% rispetto all’anno precedente.

Quotazione 19/03/2020: 1,035

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.

I Dividendi più generosi del 2020

Con il 2020 arrivano le prime stime sui rendimenti garantiti dalle società del Ftse Mib. Anche per il 2020 si prevedono dividendi generosi.

Vediamo quali sono i titoli del FTSEMib con dividendi che meritano attenzione:

INTESA SAN PAOLO

Regina di dividendi nel 2020 sarà Intesa Sanpaolo che garantirà ai propri investitori uno yield dell’8,7%, in linea con quanto fatto nel 2019 ma soprattutto con la politica sulle cedole contenuta nel piano industriale.

AZIMUT

Azimut scende al secondo posto con un rendimento stimato pari al 7,7%.

UNIPOLSAI

Il rendimento di Unipolsai sarà del 6,4%.

ENI

Come UnipolSai il rendimento di Eni sarà del 6,4. Ricordiamo che il 23 settembre la società ha già staccato un acconto sul dividendo pari a 43 centesimi per azione (yield 3%), mentre il saldo – altri 43 centesimi – arriverà a maggio.

UNICREDIT

Al quinto posto della classifica troviamo Unicredit, il cui rendimento balzerà dal 2,3% al 5,9%.

GENERALI

Al sesto posto troviamo Generali con uno yeld del 5,4%.

FIAT CHRYSLER

Fiat Chrysler, secondo le stime degli analisti, garantirà un rendimento del 5,3%.

ATLANTIA

Anche il dividendo di Atlantia sarà del 5,3%.

SNAM

Al nono posto troviamo SNAM con undividendo del 5,2%.

UBI BANCA

Al decimo posto c’è Ubi Banca (con un dividendo del5%).

Tra i titoli che supereranno il rendimento medio figurano anche Mediobanca (4,9%), Enel (4,8%), Unipol (4,7%), A2a (4,6%), Poste Italiane (4,6%), Tenaris (4,4%), Terna (4,3%), Italgas (4,2%) e Pirelli (4%).

Generalmente lo stacco dei dividendi avviene intorno al mese di maggio, ma è importante valutare l’acquisto in questo periodo, visto che si possono a prezzi convenienti.

Ricordate che, più ci si avvicina alla data dello stacco del dividendo, più il prezzo tenderà a salire. Inoltre, subito dopo lo stacco della cedola, il prezzo tende invece a scendere.

A partire da domani, troverete sul blog la scheda tecnica e il prezzo dei titoli presenti in questa “classifica” dei rendimenti (una al giorno).

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.