Pillole di borsa – Investment Certificates o ETF: Cosa scegliere

Settimana scorsa abbiamo parlato di ETF e come sceglierli.

Oggi vedremo le differenze tra ETF e Investment Certificates.

Investment Certificates cosa sono?

Gli investment certificates, nella loro forma più semplice, sono degli strumenti finanziari che permettono di replicare passivamente l’andamento di un sottostante come un indice.

Molto simile a quello che fa un ETF.

La definizione degli investiment certificates ben spiega la principale differenza con gli ETF.

Si tratta, infatti, di derivati cartolarizzati: strumenti finanziari che ricalcano l’andamento del sottostante di riferimento.

Acquistare dei certificates quindi non equivale a comprare azioni, obbligazioni o altro ma equivale ad acquistare uno strumento di debito emesso, generalmente, da una banca.

Questo è un punto fondamentale. Ciò significa che se la banca fallisce, anche se il sottostante sta andando benissimo, i nostri soldi sono quantomeno a rischio.

Negli ETF, invece, il rischio di insolvenza delle società che li gestiscono non esiste in quanto il patrimonio di queste (azioni, obbligazioni ecc) è depositato in una banca che li gestisce. La proprietà di questo patrimonio per legge è solamente dei possessori delle quote dell’ETF stesso.

Per l’articolo completo: https://www.guidaglinvestimenti.it/investment-certificates/

Le informazioni contenute in questo articolo sono esclusivamente a fini educativi e informativi. Non hanno l’obiettivo, né possono essere considerate un invito o incentivo a comprare o vendere un titolo o uno strumento finanziario. Non possono, inoltre, essere viste come una comunicazione che ha lo scopo di persuadere o incitare il lettore a comprare o vendere i titoli citati. I commenti forniti sono l’opinione dell’autore e non devono essere considerati delle raccomandazioni personalizzate. Le informazioni contenute nell’articolo non devono essere utilizzate come la sola fonte per prendere decisioni di investimento.