Come Risparmiare – Mentevirtuale

La borsetta del risparmio

Un video breve e chiaro preso dal blog di Mentevirtuale https://wordpress.com/read/blogs/176808122/posts/350 che ci indica come risparmiare in pochi passi.

Gestire i propri risparmi… meglio lasciarli sul conto o investirli?

Oggi torniamo a parlare dei nostri risparmi e le domande che tutti noi ci poniamo quando si parla di investimenti.

Il conto corrente come il nostro vecchio salvadanaio in porcellana

Per oltre 40 milioni di italiani, Il conto corrente è simbolo del “risparmio sicuro” e, giustamente lo utilizzano per mettere da parte i risparmi di una vita. Un po’ come si faceva una volta con il vecchio salvadanaio di porcellana.

Questo significa che una gran parte della ricchezza finanziaria delle famiglie (circa € 4.400 mld) è abbandonato sui conti correnti.

Lasciare tutti i risparmi sul conto, comporta dei costi

Vediamo i costi nel lasciare i tuoi risparmi sul conto corrente:

L’inflazione e il potere potere d’acquisto dei tuoi risparmi rappresentano il primo costo.

L’inflazione, ovvero la crescita dei prezzi dei prodotti che consumiamo tutti i giorni, fa abbassare il valore reale dei risparmi depositati sul conto corrente.

Facciamo un esempio: con un’inflazione dell’1,5% all’anno (ipotesi già piuttosto positiva), in soli 15 anni il valore dei tuoi risparmi sul conto corrente si riduce del 22%. In 25 anni, un terzo del valore dei tuoi soldi sul conto corrente è stato letteralmente spazzato via dall’inflazione.

La mancanza del rapporto costo-opportunità, ovvero il mancato guadagno derivante una scelta alternativa (investire i risparmi), rappresenta il secondo costo.

Concludendo, investire sui mercati finanziari, infatti, dà la possibilità di ottenere rendimenti positivi, difenderti dall’inflazione e far crescere il valore dei tuoi risparmi nel tempo.

Per esempio, supponi di avere a disposizione una somma di € 20.000 euro.

Lasciando questi risparmi sul conto corrente, dopo 12 anni il loro valore reale sarebbe di 16.682 euro (supponendo un’inflazione dell’1,5%). In pratica, avrai bruciato il 17% della tua ricchezza.

Se anziché lasciare i soldi sul conto corrente, avessi scelto di investirli, dopo 12 anni il loro valore reale sarebbe di 26.867 euro (con un livello di rischio/rendimento moderato). In sostanza, la tua ricchezza finanziaria sarebbe migliorata del 34%.

Ovviamente, è importante creare un portafoglio che sia a basso rischio (è importante comunque essere coscienti che in borsa qualsiasi investimento presuppone dei rischi).